Loading...
High Rise 2017-12-11T17:56:17+00:00

High Rise

L’arte contemporanea può essere un “motore di creatività” utile a dare un vantaggio competitivo alle PMI venete?
L’installazione sonora High Rise, che ha inaugurato la riapertura di Fabbrica Alta, è parte del progetto Artificare, che ha portato in alcune imprese venete altrettanti figure poliedriche, attivando delle vere e proprie residenze artistiche nelle e con le aziende stesse.
High Rise è composto di sei tubi in alluminio (uno per ogni piano dell’edificio), sospesi orizzontalmente dal soffitto, che vanno a creare una lunga linea prospettica centrale nell’intento di sviluppare orizzontalmente la Fabbrica Alta. All’interno dei tubi ci sono degli altoparlanti che emettono onde sonore intonate sulle frequenze armoniche di risonanza dell’edificio, così da creare non solo visivamente, ma anche acusticamente, una percezione spaziale di Fabbrica Alta.

Esposizione: dal 23 settembre al 15 ottobre presso la Fabbrica Alta

Artificare

Il progetto di ricerca Art&Business dell’Università Ca’ Foscari e Università Iuav di Venezia ha portato per un anno in sette aziende venete altrettanti artisti per lo sviluppo di un progetto artistico condiviso.
Il progetto ha attivato collaborazioni sperimentali che hanno dato risultati differenziati ma comunque utile a gettare nuova luce sul rapporto tra arte e impresa.
Gli artisti hanno lavorato come “action-researchers” con l’obiettivo di trasferire in azienda valori e codici artistici, quali il carattere simbolico dell’opera d’arte, la peculiarità processuale del lavoro artistico, i principi di libertà di espressione e autonomia, l’imprevedibilità dei risultati, il paradosso e l’ironia.

Artisti coinvolti: Valentina Furian, Michele Spanghero, Alfred Agostinelli, Andreco, Francesco Mattuzzi e i collettivi artistici Blauer Hase e Gli Impresari.